Home
 
Istituto
 
Offerta Formativa
 
https://sites.google.com/a/anselmianum.com/pil/home/docenti-A-G
 
https://sites.google.com/a/anselmianum.com/pil/home/segreteria
 
https://sites.google.com/a/anselmianum.com/pil/home/bacheca
 
https://sites.google.com/a/anselmianum.com/pil/home/download
 
https://sites.google.com/a/anselmianum.com/pil/home/contatti

Pontificio Istituto
Liturgico


 
Architettura e arti per la Liturgia

Proclamare
la Parola di Dio
 
Musica liturgica

Il ministero
della presidenza
e l'animazione liturgica
 
Guida turistica
 
Arte floreale
per la Liturgia
 
Liturgia per
la pastorale


Proclamare la Parola di Dio nella liturgia

                                                                                                                                                                                             
https://sites.google.com/a/anselmianum.com/pil/corso%20di%20liturgia.pdf
    L'Ufficio Liturgico, per curare la proclamazione della Parola di Dio nelle celebrazioni, organizza un corso di formazione pratica per i lettori.

    Il ministero della proclamazione della Parola, dopo tanti anni dal Concilio appare ancora poco valorizzato e lasciato alla buona volontà di alcuni fedeli disponibili, con risultati molto variegati: alcune punte di eccellenza, livello medio talvolta mediocre, alcuni casi sconfortanti di lettura approssimativa. Il lettore liturgico, oltre a essere una persona che ama e conosce la Parola di Dio e la traduce in una testimonianza di fede personale eloquente, deve anche conoscere il lezionario, i criteri sui quali è organizzata la Liturgia della Parola e gli elementi che la compongono. Deve inoltre possedere le capacità pratiche, le tecniche che consentono di dare voce pubblica a un brano scritto in un contesto di proclamazione liturgica, fondamentalmente diversa da quella teatrale o giornalistica. Dare voce alla Parola che Dio rivolge al suo popolo, attraverso il servizio del ministro, rende il Signore veramente presente nell’assemblea liturgica. A fronte di questo alto compito serve una preparazione di base specifica e curata.

    Il corso formativo è offerto ai fedeli (uomini e donne) che svolgono di fatto questo servizio nelle comunità parrocchiali e religiose, ai ministri istituiti e ai candidati, come pure a tutti i responsabili dei gruppi liturgici.



   - Strutturazione didattica                                                                                

    Il corso, organizzato dal Pontificio Istituto Liturgico e dall’Ufficio Liturgico del Vicariato di Roma, si tiene presso il Pontificio Ateneo S. Anselmo, Piazza dei Cavalieri di Malta, 5, Roma.
Viene offerta anche la possibilità di partecipazione al corso via web. Questa modalità è stata pensata soprattutto per coloro che non possono frequentare in aula per la coincidenza con altri impegni, per coloro che non risiedono a Roma, per le monache che custodiscono la clausura. Ciascun iscritto riceverà via web una user id e una password, attraverso cui avrà accesso a una pagina riservata, su cui si può vedere il video con la registrazione della lezione. Non si tratta di un collegamento streaming, che vincolerebbe all’orario, ma di un file audio-video che si può scaricare e vedere quando si ha tempo, rivedere più volte e archiviare, suddividere secondo la disponibilità di tempo… Per posta elettronica saranno inviati anche alcuni testi per lo studio personale. Coloro che scelgono questa modalità potranno comunque partecipare alle lezioni in aula (modalità consigliata soprattutto per la parte pratica).

A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

   Ogni ulteriore informazione è scaricabile dal sito: www.ufficioliturgicoroma.it.


   Programma per l'Anno Accademico 2016-2017                                                                                                                


PROGRAMMA 2016-2017

A. PARTE TEORICA

1. Fondamenti teologici della Liturgia della Parola (LdP). Esame di alcuni testi biblici fondativi: Neemia; LdP della Messa in Cena Domini.
2. Il lettore. Storia di un ministero dall’andamento “carsico”. La disciplina attuale (Ministeria quaedam e precisazioni CEI). Ministero istituito e ministero di fatto.
3. Struttura del lezionario e della Liturgia della Parola. I singoli elementi: pericopi bibliche, salmo responsoriale, sequenza, acclamazione al vangelo. Possibilità di scelta tra testi diversi, forma lunga e forma breve delle pericopi. La preghiera universale o dei fedeli. Canto e cantillazione.
4. Il luogo della LdP: l’ambone. L’evangeliario. Il graduale. Sussidi (non libri liturgici) per la LdP: libri di canto, raccolte di schemi per la preghiera universale, “foglietti” (possibilità di uso e abusi da evitare).

B. PARTE PRATICA: LA VOCE

1. Impostazione voce
2. Tecniche di respirazione ed emissione vocale
3. Difetti di pronuncia e loro correzione

C. PARTE PRATICA: I TESTI

1. Lettura di testi liturgici di diverso genere letterario
2. Esercitazioni pratiche - prima parte
3. Esercitazioni pratiche - seconda parte

INCONTRI


24 gennaio 2017

31 gennaio 2017

7 febbraio 2017

14 febbraio 2017

21 febbraio 2017

28 febbraio 2017

7 marzo 2017

14 marzo 2017

21 marzo 2017


Le lezioni si svolgono
ogni martedì, dalle ore 18,30 alle ore 20,00

nelle aule del Pontificio Ateneo S. Anselmo,
in piazza Cavalieri diMalta 5, Roma.