Il Pontificio Istituto Liturgico, fondato nel 1961 da papa Giovanni XXIII e affidato ai monaci benedettini, è stato canonicamente eretto dalla Sede Apostolica come Facoltà di Sacra Liturgia del Pontificio Ateneo S. Anselmo in Urbe, pertanto è autorizzato a conferire i gradi accademici di licenza e di dottorato in Sacra Liturgia (Statuta n. 127).

Accanto allo studio del rito romano, si studiano anche altri riti cristiani, occidentali e orientali. Debita attenzione è data anche alle scienze afferenti, quali l’architettura, l’arte per la liturgia, la musica liturgica e le scienze umane: antropologia culturale, linguistica, etc. Il programma di studio considera l’Eucaristia, i sacramenti e sacramentali, la liturgia delle ore e l’anno liturgico sotto gli aspetti teologico, storico, spirituale e pastorale. 


Per la Licenza sono richiesti due anni accademici di corsi e seminari e il tempo necessario per la redazione della tesi. 


Per il Dottorato è richiesto un anno di corsi.